Il cyberattivista Nemo è ispirato a un famoso personaggio della letteratura e del cinema. Avete già indovinato di chi si tratta?

20.000 Under the Sea 20.000 film Italy 2
Il personaggio del cyberattivista Nemo è ispirato a un famoso personaggio della letteratura e del cinema: il mitico Capitano Nemo, protagonista dei romanzi di Jules Verne 20.000 leghe sotto i mari e de L’isola misteriosa.

Un giorno, rileggendo questi romanzi, non potei fare a meno di pensare a come il personaggio del capitano Nemo fosse ancora straordinariamente attuale. Immaginai che, se Jules Verne lo avesse creato oggi, forse non lo avrebbe fatto navigare con il sommergibile Nautilus in oceani reali, bensì in quelli virtuali di Internet. Sarebbe stato insomma un cyberattivista, e forse non avrebbe affondato navi da guerra, ma cercato di prevenire i conflitti, attaccando le multinazionali e gli interessi economici che, sempre più spesso, sembrano nascondervisi dietro. Ecco fatto: il mio Nemo era nato!


image_book Questo, come gli altri libri di Verne, sono tuttora pubblicati da diversi editori. Riporto a seguire trama e una delle copertine che ho reperito su Internet. 20.000 leghe sotto i mari (prima edizione 1870) è il primo romanzo di una trilogia comprendente anche I figli del capitano Grant e L’isola misteriosa. La sua straordinaria storia ha inzio sull’Abraham Lincoln, una fregata americana che ha il compito di dare la caccia ad un misterioso mostro marino. Alla spedizione partecipa tra gli altri il professor Aronnax, un naturalista francese che è accompagnato dal servo Conseil e dal fiociniere Ned Land. Nel corso della navigazione, accade a questi tre personaggi di essere travolti da un’enorme ondata e, una volta in mare, quando sembrano ormai spacciati, di essere tratti in salvo dal cosiddetto «mostro», che è in realtà il formidabile sottomarino Nautilus, comandato dal misterioso e affascinante capitano Nemo che di quel prodigioso «mostro» tecnologico è anche l’inventore. Una volta a bordo, i tre fortunati vengono coinvolti da Nemo stesso in un’esplorazione grandiosa, sebbene punteggiata di minacciose insidie e di pericoli sempre in agguato, delle meraviglie sottomarine. Essi si trovano così a scoprire un nuovo mondo in cui gli accade di vivere esperienze veramente incredibili e sconvolgenti come assistere al mirabolante spettacolo di Atlantide sommersa, andare a caccia nelle foreste abissali, lottare contro piovre gigantesche. Ma, purtroppo, debbono anche assistere, con loro profondo sgomento, all’affondamento di una nave con l’intero equipaggio. Scoprono allora che Nemo non è soltanto un geniale e magnetico esploratore, forse un pò misantropo, ma, soprattutto, un principe indiano spodestato dagli inglesi, che, animato da cupi desideri di rivalsa, dà sfogo alla sua collera cacciando senza tregua le navi britaniche su tutti i mari. Alla fine del libro, comunque, i tre riescono a fuggire dal Nautilus e a raggiungere la terra, dopo essere stati risucchiati dall’immane gorgo del maelstrôm. Fitta di colpi di scena, rivelazioni improvvise, emozionanti scoperte, e pur calata dalla prima all’ultima pagina in una dimensione di magata sospensione, quest’opera suggestiva, oltre a regalare al lettore alcuni splendidi cammei costituiti da una sfilza di personaggi memorabili (primo fra tutti, Nemo), ha lo strano potere (che è di solito riservato solo ai grandissimi libri) di spalancargli la mente su un continente ad un tempo terribile e affascinante, materno e crudele; un altrove ad alta concentrazione simbolica che potrebbe proprio essere una mirabile, coloratissima raffigurazione dell’inconscio umano.

Il mio primo incontro con Nemo avvenne con il film L’isola misteriosa che mi riempì gli occhi e la fantasia di immagini incredibili. Date un’occhiata al trailer!


L'isola misteriosaTRAMA  del film: Stati Uniti d’America, durante la guerra dei Secessione a fine dell’800: alcuni soldati nordisti prigionieri riescono a evadere. Al termine della loro fuga finiscono su di un’isola non segnata sulle mappe, dove devono affrontare animali inquietanti e di dimensioni enormi. Riescono a trarre in salvo alcune donne superstiti di un naufragio, ma, proprio quando ormai si sentono al sicuro, vengono attaccati da una nave pirata. Fortunatamente il sommergibile del Capitano Nemo riuscirà a evitare il peggio e a trarli in salvo. Ma la loro avventura è solo all’inizio…

Ultimamente in Capitano Nemo è tornato a occupare il posto che merita nel nostro immaginario grazie al fumetto di Alan Moore La Lega degli Straordinari Gentlemen, da cui è stato tratto un film non riuscitissimo, ma spettacolare: La leggenda degli Uomini Straordinari.

la-lega-degli-straordinari-gentlemen-2 La leggenda degli uomini straordinari

Nella storia si immagina che alcuni dei più grandi eroi del romanzo di avventura di fine Ottocento si riuniscano in una sola supersquadra, tipo gli Avengers o gli X-Men. I super-protagonisti sono:
Allan Quatermain – Il cacciatore
Capitano Nemo – Il guerriero
Mina Harker – La vampira
Rodney Skinner – L’uomo invisibile
Dorian Gray – L’immortale
Tom Sawyer – La spia
Dr Jekyll – La bestia

Ecco come viene presentato il personaggio del Capitano Nemo nel film:

Capitano NemoDi origine indiana, Nemo ha percorso il mondo in lungo e in largo, sia sopra che sotto i mari. La sua carriera come avventuriero è iniziata da giovane, quando ha lasciato la sicurezza del cantiere paterno per solcare il grande mare del mistero. Nella sua carriera, Nemo ha visto meraviglie che nessun altro essere umano ha mai conosciuto, combattuto creature fino ad allora ritenute inesistenti, viaggiando in modi ritenuti impossibili. Nemo ha costruito da zero la più grande invenzione mai vista, il Nautilus, la Spada dell’Oceano: uno straordinario veicolo subacqueo, veloce, elegante e letale. Da sempre nemico di ogni forma di oppressione, ha ingaggiato una guerra personale contro la Guerra stessa. Per questo scopo, ha messo insieme non solo uno stupefacente arsenale di armi e invenzioni, ma anche un piccolo esercito che funge da suo corpo di sicurezza e da equipaggio del Nautilus. Nemo è il cuore tecnologico del team.

images4Torna al libro L’ENIGMA DI GAIA

Sii social, condividi!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito web è conforme alla normativa sull’uso dei cookie.

Per migliorare l'esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookies, piccole porzioni di dati che vengono archiviati temporaneamente nella memoria del tuo browser. I dati raccolti tramite i cookies permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati, capire come gli utenti navigano il sito web, ed in generale consentono una migliore esperienza di utilizzo del sito.
I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Chiudi